Illegali i Condomini che Vietano gli Animali 2

Le norme del regolamento condominiale non possono vietare di possedere o detenere animali da compagnia, è quanto recita l’articolo 16 della Legge 220/12 (GU n.293 del 17 dicembre 2012) che entrerà in Vigore il 18 Giugno.

L’utilizzo delle zone comuni, come il giardino, sarà permesso se l’animale è educato ed il padrone è attento al suo igiene e alla sua pulizia.

Per quanto riguarda i gatti, la legge prevede il diritto alla territorialità e vieta severamente qualsiasi forma di violenza e maltrattamento.

Illegali i Condomini che Vietano gli Animali

Questa riforma è molto importante se pensiamo che la meta’ delle famiglie italiane, il 55,3%, ha in casa uno o piu’ animali domestici. Come leggiamo in un noto blog:

L’animale piu’ diffuso nelle case degli italiani, secondo un’indagine Eurispes, e’ il cane, presente nelle dimore del 55,6% degli italiani, seguito dal gatto (49,7%), dai pesci (9,7%), dai volatili (9%), dalle tartarughe (7,9%), dai conigli (5,3%), dai criceti (4,6%), dai rettili (1,1%), fino ad arrivare agli animali esotici (0,8%).

Ilaria Innocenti, responsabile LAV Settore Cani e Gatti, ha detto:

La rimozione dei divieti che rendono difficile la convivenza con i quattro zampe, come i divieti condominiali, è importante anche nell’ambito di un’efficace attività di prevenzione del reato di abbandono di animali: agevolare la convivenza può essere un incentivo ad accogliere in famiglia un animale, meglio se adottato da un canile. Salutiamo con entusiasmo la nuova norma che tutela gli animali nei condomini, da noi fortemente voluta, segnale di una relazione più consapevole con gli animali non umani.

Illegali i Condomini che Vietano gli Animali

Fonte Articolo

2 thoughts on “Illegali i Condomini che Vietano gli Animali

  1. grazia Giu 23,2013 15:45

    salve, è vero che gli animali da compagnia cani e gatti sono pignorabili a livello giuridico per morosità?
    vorrei sapere se è legale o illegale.
    grazie!

Leave a Reply