Samsung: Soffiare nello Smartphone per controllare la propria Salute

Samsung ha finanziato un progetto dell’Università di Messina con 90.000€ per mettere a punto un sistema in grado di verificare il proprio stato di salute soffiando all’interno di uno Smartphone.

Il progetto è stato denominato Safely e ci lavora un equipe di ricercatori italiani, coordinati da Giovanni Neri e Nicola Donato, dell’Università di Messina.

Quello che i ricercatori palermitano stanno tentando di realizzare è un sistema integrato di analisi, all’interno dello smartphone, che consenta di rilevare lo stato di salute del suo utilizzatore. Sarà sufficiente soffiare.

Secondo gli studiosi, infatti, nell’espirato di una persona sono presenti alcuni marcatori che consentiono la diagnosi di diverse patologie, tra queste alcune relative ai polmoni, ma anche il diabete o problemi epatici.

I dettagli di Safely sono stati illustrati nel corso del Global Research Outreach (Gro) Program della Samsung, presso l’università messinese.

Certamente l’ateneo italiano può andare fiero di essere l’unico, tra le università italiane, ad essere stato selezionato per il 2013 nell’ambito del Gro, che vede in lizza competitori a livello mondiale.

Nicola Donato ha spiegato che si sta cercando di ottenere sensori piccolissimi da poter collocare all’interno del cellulare, lo sviluppo hardware e software sarà portato avanti all’interno dell’ateneo.

Fonte Articolo

 

Leave a Reply