Medico rifiuta la Chemio per la Moglie: ecco la Terapia che ha scelto 34

Oggi vogliamo raccontarvi la storia di Sidney Winawer, un oncologo famoso in tutto il mondo per i suoi studi. Sidney dirige un laboratorio di ricerca sul cancro a NewYork, uno dei centri più importanti del mondo.

Per decenni ha curato centinaia di pazienti malati di tumore con la chemioterapia (la chemio è cancerogena), metà dei quali però sono deceduti. Sfortuna volle che tale diagnosi toccò anche alla moglie Joanna. Al nostro oncologo erano ben noti i gravi danni collaterali causati da terapie quali chemio e radioterapia, decise così di non utilizzarle come trattamento per la propria moglie.

Leggi anche: Sta battendo il suo Cancro, da solo. L’incredibile storia di Marco (Video)

Leggi anche: M. Di Bella a carico del Sistema Sanitario: i giudici parlano chiaro

Provate adesso ad indovinare quale metodologia ha adottato al posto di queste potenziali “armi chimiche” ?!

Il luminare newyorkese si è affidato alla somatostatina, quella del povero medico italiano Luigi Di Bella, accusato di essere un ciarlatano e suscitare speranze illusorie. Ma – come lo stesso Winawer ha sostenuto nel libro Dolce è la tua voce, pubblicato nel 1998 – l’illusione peggiore è quella della chemioterapia.

Leggi anche: Incredibile: Professoressa sconfigge il Cancro eliminando i Latticini

Come leggiamo in un noto blog:

La chemioterapia riduce le masse tumorali di dimensione, ma al prezzo di distruggere completamente il midollo e le difese immunitarie dell’organismo, col risultato che quest’ultimo rimarrà debilitato ed esposto ad ammalarsi di nuovo, per anni o anche per il resto della vita.

Le persone non hanno idea di quanto siano tossici questi medicinali, sappiate che aumentando di poco le dosi di una sola seduta di chemioterapia si uccide un cane nel 100% dei casi. L’animale morirebbe per avvelenamento nel giro di pochi giorni: potete controllare voi stessi, la tossicologia è pubblica.

Leggi anche: Inventa un Bioscanner che Vede i Tumori: lasciato solo. (Video)

Inoltre, per smaltire questi farmaci occorrono mesi: molto di più della durata di ogni ciclo terapeutico.

Sembra che dopo alcuni anni la moglie morì comunque.

Come molti di voi avranno notato, abbiamo preferito non approfondire oltre questa notizia (contrariamente con quanto fatto in relazione ad altri articoli), lasciando tale compito ai lettori più curiosi. Questo anche perchè in rete vi sono alcune notizie contrastanti riguardo a quanto trattato.

Leggi anche: OMS: la Chemioterapia è Cancerogena! Fallimeno della Medicina?!

Fonte Articolo

34 thoughts on “Medico rifiuta la Chemio per la Moglie: ecco la Terapia che ha scelto

  1. roberto Feb 4,2014 13:41

    Quindi non approfondite, vi limitate a sostenere che il tipo “non ha scelto la chemioterapia” e poi, solo alla fine dell’articolo, ammettete che ci sono notizie discordanti su internet.
    Chiamiamola informazione…

    • RespiriamoVerde Feb 4,2014 14:47

      Hai ragione
      Ma le “notizie discordanti” sono saltate fuori solo dopo aver quasi terminato l’articolo, si è così deciso di non approfonfire a scrivere l’annotazione che hai letto e criticato.

      Colgo l’occasione per invitare chiunque sia in possesso di maggiori informazioni di fornircele e saranno pubblicate, grazie!

    • gigi Feb 4,2014 20:43

      l’articolo che hai linkato riporta MENO informazioni, almeno qui sono stati corretti ammettendo che la moglie è morta.. probabilmente il tumore era stato diagnosticato tardi e come spesso si fa in questi casi non sono ricorsi alla chemio

  2. Mario Feb 4,2014 19:07

    La mia vuole essere solo ed esclusivamente una testimonianza.
    A mio zio, primario di pronto soccorso di un grande ospedale, nel 1996 fu diagnosticato un tumore al fegato, ancora circoscritto alle dimensione di cm 1,5 cm. Il tumore fu rimosso chirurgicamente,con l’asportazione di gran parte del fegato (che si rigenera); mio zio volle seguire il metodo Di Bella. Il fegato si rigenerò in un anno, ma dopo circa 18 mesi dall’asportazione della massa tumorale il fantasma si ripresentò inferocito. A fine ’98 mio zio è passato a miglior vita.

  3. nobody Feb 4,2014 21:07

    Senza i fatti e le prove chiunque potrebbe sostenere quel che vuole Mario

  4. rabbia Feb 4,2014 22:57

    E bravo il nostro grande e famoso oncologo Sidney Winawer. Voi oncologi lo sapete cje la chemio e la radio sono tossici e continuate a somministrarle a chi non interessa a voi. Ma no alla moglie no c’è la cura alternativa.
    Siate maledetti e che possa venirvi a voi un tumore terminale che non vi lasci scampo neanche alle cure alternative.
    Complimenti oncologo assassino Sidney Winawer.

  5. Valeria Feb 5,2014 12:51

    “Per decenni ha curato centinaia di pazienti malati di tumore con la chemioterapia, metà dei quali però sono deceduti.”
    E l’altra metà?? Sopravvive, grazie, sopratutto alla chemioterapia. Ne conosco di persone a cui la chemioterapia, e la radioterapia ha regalo anni di vita e ne continua a regalare, le ha salvate restituendo loro quella vita che sembrava definitivamente compromessa!
    Questi sono articoli privi di utilità perchè non forniscono spiegazioni dettagliate e contribuiscono a spegnere la speranza di una persona malata che già di per sè disperata, abbandona il protocollo standard per affidarsi a cure assurde e spesse volte (a ciarlatani)che la conducono inesorabilmente alla MORTE!

    • Davide Apr 7,2014 19:13

      Svegliati, stai dormendo! Secondo te alle case farmaceutiche interessa trovare cure per malati che danno loro miliardi e miliardi di dollari ? NO! Il malato è un cliente, non una persona da curare, ed è sempre stata cosi !!! Sveglia!!!

  6. chiara Feb 5,2014 17:15

    alla fine facciamo comunque quella fine, comincio a chiedermi che senso ha accanirsi contro qualcosa che è nel tuo destino, non è meglio vivere al meglio quello che ci resta??

  7. PASQUA Feb 5,2014 18:09

    MIA MADRE TUMORE AL PANCREAS OPERATA IN GENNAIO 2013 ASPORTATA UNA PARTE FATTO CHEMIO E’ MORTA HA DICEMBRE 2013 VIVENDO UN ANNO D’INFERNO RIDUCENDOSI AD UNA LARVA…E’ VITA??? MEGLIO NIENTE E GODERSI IL POCO TEMPO CHE RIMANE SENZA SOFFERENZA…

  8. Alessio Feb 5,2014 19:02

    Ogni volta che leggo questi articoli Italiani e’ la stessa storia: vengono riportate solo informazioni parziali e non corrette. La moglie (Andrea) e’ stata diagnosticata di tumore allo stomaco. Hanno provato le terapie tradizionali ma non hanno funzionato ed il tumore si e’ diffuso tramite metastasi. Era malata terminale. A quel punto invece di accanirsi ancora di piu’ ha lasciato che la moglie decidesse cosa preferiva fare, ed hanno introdotto nella sua/loro via la meditazione, medicine alternative, etc.

    Ha scritto un libro nel 1998, dove racconta tutta la storia. Dubito quindi che “le informazioni siano saltate fuori solo dopo che avete scritto l’articolo. 🙂

    • Alfredo Feb 6,2014 02:41

      E’ andata esattamente come dice Alessio. Documentatevi direttamente dalle fonti originali con un poco di pazienza ed una buona conoscenza dell’inglese.

  9. Vincenzo Favet Feb 5,2014 22:25

    È inutile prenderci in giro. La Chemio è dannosa, tossica fino all’inverosimile e fa solo danno. L’unico motivo per cui la si sostiene ancora rispetto ad altre cure molto più funzionali e meno invasive è il profitto economico che ne ricavano le cause farmaceutiche. Nell’ultimo secolo, sono state scoperte circa una trentina di cure più o meno efficaci contro il cancro e nessuna è stata tenuta in considerazione solo perché ci sarebbe stato un tracollo economico per le multinazionali che hanno in mano il monopolio dell’industria medica. La cellula umana diventa cancerogena nel momento in cui la sua alcalinità scende al di sotto del 75%. In buona sostanza, il tumore si forma in presenza di acidità. Prima che qualcuno cominci a dire che sono stronzate, vorrei far presente a tutti gli ignoranti che continuano a smentire la verità per eccessivo dogmatismo nei confronti delle voci più diffuse che un certo Otto Heinrich Warburg, nel 1931, ottenne il premio nobel proprio grazie a questa rivoluzionaria scoperta. Sostanzialmente, le cause del tumore sono conosciute da oltre 80 anni e anche tutti i modi per evitarlo e, eventualmente, combatterlo e debellarlo senza difficoltà. Ma a qualcuno non conviene. Prima di dire che non ho prove, come ho letto un po’ più su, cercate qualche notizia su Warburg e, in seguito, visto che vi divertite tanto a sminuirlo, approfondite meglio i principi della cura del dottor Di Bella. Non a caso, la somatostatina svolge una potentissima azione “alcalina” nel nostro organismo, abbassando notevolmente il livello di acidità nell’organismo e ripristinando la salute cellulare. Gli stessi cannabinoidi che andiamo tanto screditando, alcalinizzano ancor meglio della somatostatina e rigenerano le cellule cerebrali. C’è gente che guarisce dalla paralisi grazie al principio attivo del THC. Ma questo è un altro discorso. Mi dispiace che gli autori dell’articolo si siano giustificati con qualche commento di troppo. Non ce n’è bisogno. Le persone che criticano negativamente qualcosa di cui sanno poco o nulla hanno solo paura di rivedere le loro posizioni in funzione di conoscenze che non possiedono. Rinnovo il messaggio di chi ha scritto questo improvvisato ma efficace articolo: documentatevi, leggete, scoprite le “vere” verità su ciò che vi circonda. E forse finirete di passare le giornate a scrivere commenti di critica su facebook solo perché non avete nient’altro da fare. Andate fuori da casa vostra e cambiate questo mondo di merda.

    • Disinformazione. Mag 11,2014 17:01

      Se posso.. c’è un problema di fondo. Conoscenza dei principi di fisiologia e biochimica pari a ZERO.
      Innanzi tutto..
      Il pH dell’organismo (e quindi alcalinità o basicità) non lo si può cambiare.. O meglio, si potrebbe cambiare ma si andrebbe verso un’ alcalosi/acidosi respiratoria/metabolica; Condizioni NON fisiologiche ma patologiche.
      Quindi il pH plasmatico di due individui in buona salute è sempre vicino a 7,4! Difficilmente può cambiare!
      Warburg inoltre vinse il nobel nel 1928 perchè osservò che in quasi tutti i tipi di tumore la velocità della glicolisi è più alta rispetto ai normali tessuti anche in presenza di ossigeno!

    • Margherita Set 25,2015 01:49

      Condivido pienamente.
      E aggiungo che le “cure ufficiali” contro al cancro non cambieranno mai fino a che (o se) le case famaceutiche non troveranno qualcosa che gli faccia guadagnare gli stessi soldi della chemio e radio.
      Oh e ovviamente non devono essere trattamenti risolutivi perché “il cliente va conservato”, possibilmente non ucciso (ma meglio quello che un cliente in meno) e ogni due anni deve avere bisogno delle cure ufficiali.
      Mio padre si sta curando con un farmaco che costa 4000€ alla scatola e gli serve una scatola al mese, ma vi sembra possibile che un farmaco costi cosí???
      I medici che applicano queste cure orribili e molte volte inutili, per non dire peggio del cancro stesso, magari non hanno colpa, ma chi sta piú in alto di loro si e sono certa che non si curano col nostro protocollo ufficiale, ma usano altro.

  10. giancarlo Feb 6,2014 00:55

    Invece di fare del qualunquismo da bar, fatevi 6 anni di medicina 5 anni di oncologia, poi forse potreste iniziate a valutare l’attendibilità di articoli scritti da curatori, sciamani, fattucchiere o dai vari laureati alla google university.

  11. humanitybeliever Feb 6,2014 10:21

    Medicina e oncologia patrocinati dalle lobby farmaceutiche che si pigliano 70.000 euro a fiala di 10 pillole (1 sola seduta di chemio) e finanziate o spesso possedute dalle stesse lobby che fertilizzano i tumori in tutto il mondo con le loro industrie chimiche, belliche e agricole? GIAMMAI! meglio orfeo col copricapo in piume d’aquila… almeno mi accompagna nel medesimo fato in simpatia… siamo onesti il problema qui non e’ chi uccide di piu’ o di meno… in entrambe le parti si parla di mancanza di onesta’ dettata da arroganza e orgoglio e soprattutto da avidita’. le cure esistono. sono funzionali nella maggior parte dei casi se si vuole. il problema e’ la prevenzione limitandone le cause e la diagnosi per tempo anche se quest’ultima (grazie all’onesta’ di taluni) sta avendo un repentino miglioramento. Ma infondo di cosa ci lamentiamo visto che abbiamo ‘venduto l’anima al diavolo’ in cambio del nostro confortevole progresso. casa pensavamo, che davvero avremmo avuto tutto cio’ a gratis?? poveri illusi.

  12. francesco Feb 8,2014 00:01

    Anche io rifiutai la chemio per mio padre e dovetti litigare col suo medico… poi pochi anni dopo lo stesso medico mi confido’ che se capitasse a lui nn farebbe la chemio !!!!!!! a bastardoneeee !!!

  13. michela cepparulo Feb 12,2014 23:39

    grazie mille per le speranze tolte………..maligni

  14. eyly Feb 13,2014 08:07

    caro o cara rabbia, cosi’ come ti vuoi chiamare, sai che, con chemioterapia mia madre e’ andata avanti 14 anni, mieloma multiplo che ti porta via in due anni al massimo? cosa c e’ di peggio e di piu’ assassino di un cancro? ode alla chemio che in tutto cio’ e’ il male minore!

  15. Sergio Feb 24,2014 22:24

    Peccato che la storia sia un po’ diversa.

    Partiamo dalla base che tale dottore ha dovuto assistere alla moglie fino a quando il tumore non se l’è portata via.

    La sua storia è un chiaro esempio di come, preso dai sentimenti, anche un medico possa sbagliare, ecco perché un dottore non deve autocurarsi, ne curare i propri cari.

    Ha voluto seguire le volontà della moglie, e purtroppo, quando sono ricorsi alle cure oncologiche “tradizionali” era troppo tardi.

    Il primo risultato che è uscito al sottoscritto è stato “Informare per resistere” meglio noto nell’ambiente delle bufale come “disinformare per esistere” proprio per la scarsa accuratezza delle sue fonti, infatti salendo a ritroso non ci si imbatte in alcun articolo giornalistico serio od in lingua inglese, ma solo in blog e siti che parlano unicamente di cure alternative, spesso truffaldine.

    La faccenda del drago in se è una storia semplice, chi fa determinate dichiarazioni, senza avere in mano alcuna prova reale trova mille motivi per cui tale dichiarazione sarà sempre vera e dimostrabile unicamente da lui.

    Per farla semplice, io dico che esiste babbo natale, ed ad ogni sua domanda ho una risposta che dovrebbe fugare i suoi dubbi, ma non lo fa.
    Siccome le mie risposte sono “plausibili” ma non verificabili, a lei resta il dubbio, ed io posso continuare a raccontare la mia favola, perché le sue obbiezioni hanno trovato risposte plausibili.

  16. marcello Mar 26,2014 17:39

    ..credo che il tumore é un tema molto complesso. c’é chi si é salvato e chi invece non ce l’ha fatta. Il problema per me é la differenza sostanziale di ogni singolo sistema immunitario nel corpo umano. Purtroppo siamo tutti diversi. ognuno di noi ha un sistema diverso dall’altro ( e non dite di no ). per tutto ció la somministrazione di farmaci, potenti o non, influisce sul nostro organismo e le patologie non sono sempre le stesse generalizzate forse dal sistema medico. Per questo motivo non é possibile trovare una cura adeguata a tutti gli organismi. non ci dobbiamo accanire e considerare colpevoli che si batte per ottenere un risultato positivo anche se concordo pienamente che ci sono tante paure per la medicina mondiale e il suo dominio,sulle esperienze ottenute da altri medici studiosi che hanno lanciato le loro teorie, di “incomodare” il sistema. Spero e mi auguro con tutto il cuore che il buonsenso prevalga al di lá di questo maledetto e vile denaro. la VITA prima di tutto !!!

  17. Marius Apr 5,2014 13:29

    Concordo con Vincenzo Favet, ma una cosa sola gli contesto:il mondo non è una merda, il mondo è come lo vediamo. 🙂

  18. Gabriele Apr 7,2014 00:01

    2007.A mia madre le viene diagnosticato un nodulo ad una vertebra.I luminari decidono per un ciclo di 6 chemio.Premetto che mia madre aveva l epatite c, e loro ne erano a conoscenza.Dopo la quarta chemio mia madre,forse dovuto ad un accumulo di quel veleno si ritrova in un letto in preda ad allucinazioni.Da quel momento non si rialzera’ più e le verranno praticate 17 paracentesi perché la chemio le aveva distrutto il fegato.Muore il 20 agosto affogata dai liquidi dopo 15 gg. di agonia.Ringrazio questi oncologi incompetenti e gli auguro le peggiori sofferenze.Avevano seguito il protocollo,dicevano loro…..infatti brutti bastardi tutti reagiamo allo stesso modo a questi veleni vero?No alla chemio,servono solamente ad arricchire le case farmaceutiche e i medici senza scrupoli.

  19. Gianluca Apr 8,2014 14:26

    5 anni fa ho avuto un tumore al testicolo, dopo l’operazione l’oncologo ha deciso per 4 cicli di chemio, in quanto stato in uno stadio in cui il protocollo lo prevedeva. A quel punto dopo vari confronti con lui ed il mio urologo, in quanto tutti mi dicevano che dovevo fare la chemio, ho preso la mia decisione da solo contro tutti, bene oggi posso dire che passati 5 anni dalla scoperta della malattia sono qui a raccontarla, senza aver fatto un solo ciclo di chemio, e di radio, ma solo tanta forza interiore di combattere per vivere, anzi una cura l’ho fatta ma tanti diranno che sono tutte storielle di ciarlatani; ALOE ARBORESCENS leggete le proprietà che hanno le piante.

  20. edro Neruda Mag 10,2014 17:01

    Invece di curare non sarebbe più facile prevenire……io ho perso la mia compagna 11 mesi fà…..ed ho visto che il 7o-80% dei malati muore….si ti allunga la vita la chemio,,,,ma che vita conduci….?

  21. edro Neruda Mag 10,2014 17:10

    Ha ragione la dottoressa oncologa che mi disse noi i nostri figli ed i figli dei nostri figli moriremo tutti di tumore……
    cerco di combattere il carbone, ma neanche la chiesa vuole usare l’energia da fonti rinnovabili, pulita, preferiscono l’energia derivante dal carbone, e il costo è uguale, avranno interessi cin le società che hanno le centrali a carbone,,,,,,
    meditate gente meditate

  22. domenico Mag 11,2014 13:14

    Ciao a tutti si sa già, che chi ha una malattia per esempio di “tumori” prima poi si muore con la chemio.. ho dei prodotti a base di frutta è verdura ho testimonianze di persone che hanno avuto la sclerosi multripla.. e da oltre 12 anni è sulla sedia a rotelle.
    La Signora ha provato ad usare i nostri prodottiil Mistify e il Proargy9+.
    Dopo 2 giorni non si spiegava come riuscisse a vedere meglio.
    Parlando con l’incaricato, riferisce che sentiva più forza nelle mani.
    Il terzo giorno, asseriva con stupore che riusciva a muovere con più facilità i piedi, avendo l’impressione che si fossero sbloccati. Al mio amico circa un paio di mesi fa gli è stata diagnosticata la diagnosi di cancro del polmone, con la prospettiva di “due anni ” di vita.
    E’ resistente quando si tratta di nostri prodotti (che ha provato una volta, è ha visto che erano buoni, ma diceva che non poteva permetterseli) abbiamo di volta in volta ( negli ultimi mesi ) trasmesso informazioni a lui, ed abbiamo sempre e solo pensato, di voergli far guadagnare soldi, quindi le informazioni non hanno fatto presa!
    Fino a circa 6-7 settimane fa, perché la rabbia mi ha preso quando abbiamo conosciuto la diagnosi per la prima volta che STERN ne ha parlato.
    Poi è stato d’accordo , “Proverò la roba verde! ”
    Così oggi ho ricevuto la sua chiamata “Ho avuto questa settimana un’esame, e il risultato è incredibile per me, anche se io , a causa della mia condizione ( stavo davvero male ) ho preso solo il PhytoLife ( non la roba verde), senza chemio (per un totale di 5-6 che erano in programma 2 solo fatte mesi fa), senza pillole o interventi chirurgici e il medico ha trovato , il mio emocromo super ( cioè la chemioterapia sarebbe ancora possibile) e ciò che è più sorprendente è che il tumore si è ridotto e le chemio restanti vengono annullate ! “per informazioni contattatemi domenicokaligiuri@gmail.com sarò felice ad aiutarvi !! Saluti..

  23. Maurizio Ago 1,2014 00:44

    Ho perso mia moglie 5 anni fa per un tumore. Vorrei portare il mio contributo semplicemente chiedendo onestà di pensiero guidato dal solo unico scopo di raggiungere la meta comune: sconfiggere il cancro.
    Che ognuno porti il suo contributo basato sulla propria esperienza. Chi studia e ha conoscenze più approfondite, certamente farà affermazioni più attendibili, ma si ricordi che la sua preparazione è basata su una materia che al momento non ha certezze (parlo della cura del cancro)!
    E’ necessaria la collaborazione globale a 360° e un po’ di umiltà.
    La mia esperienza personale,sottolineo personale, mi porta a pensare negativamente della chemioterapia. Leggendo invece di commenti positivi a riguardo mi viene automatico pensare che la ricerca dovrebbe orientarsi e approfondire dei perchè di queste differenze.
    Che in tutto questo si debba combattere anche contro gli interessi economici, purtroppo è un dato di fatto:è un limite umano…forse il cancro peggiore! Dalla nostra c’è comunque che l’uomo in decenni ha fatto passi da gigante, debellando diverse malattie…nonostante tutto!!!

  24. Marina Apr 21,2015 17:53

    Non è vero che la signora è guarita: il marito medico l’ha operata e poi l’ha sottoposta a cure palliative, non certo alla cura Di Bella. E dopo 3 anni è morta. Trovate tutto qui. http://www.butac.it/famoso-oncologo-rifiuta-la-chemioterapia-per-la-moglie-malata-di-tumore/

Leave a Reply