Diabetici!? Lenti a Contatto made in Google per Aiutarli!

Google sta spendendo molte risorse nella realizzazione di Lenti a Contatto per diabetici, ovvero dotate di sensori per rilevare i livelli di zuccheri nel sangue. La società ha già avviato i primi contatti con la Food and Drug Administration (FDA), negli Stati Uniti.

Sembra che ci sia già un prototipo, anche se non sarà presto in commercio. Vogliamo ricordarvi che Samsung sta portando avanti un progetto simile.

Si calcola che al mondo 1 persona su 19 soffre di diabete ed il numero di diabetici è in costante aumento (anche a causa del cattivo stile di vita e dell’alimentazione).

Leggi anche: Utilizzi il Microonde?! Allora leggi qui!

Ciò significa centinaia di milioni di persone devo prestare attenzione alle oscillazioni del livello di zuccheri nel sangue: tali misurazioni devono essere effettuate diverse volte al giorno, oggi per effettuarle bisogna pungersi un dito, prelevare una goccia di sangue, ed effettuare il test su di essa.

Si tratta di una pratica fastidiosa e dolorosa, cosa che disincentiva molti malati a seguirla con regolarità. La scarsa attenzione, a lungo andare, può comportare un peggioramento della malattia (causando anche gravi problemi ai reni) e di conseguenza accorciare di molto le aspettative di vita del malata.

Leggi anche: Una sedia fatta di CO2. Questo è il Business che ci piace!

Le Lenti a Contatto di Google

L’azienda statunitense ha ideato queste lenti per mettere a disposizione un metodo alternativo per la misurazione dei livelli di glucosio, senza dolorose punture, strisce e tester elettronici da portarsi in giro.

Si tratta di una Lente a Contatto al cui interno sono presenti un chip, un sensore e un’antenna. Si noti che tali componenti non sono a diretto contatto con l’occhio, infatti la pellicola lacrimale – lo strato liquido che idrata la superficie dell’occhio e che contiene glucosio – raggiunge il sensore per la rilevazione tramite un piccolissimo foro!

Il dispositivo trasmette i dati ad un rilevatore che il diabetico porta con sé. Se dovese essere rilevato un valore sballato, il paziente verrebbe avvertito da un segnale, così da poter stabilizzare il glucosio.

Google sta cercando di dotare la sua lente di un piccolo LED da accendere in caso di sbalzi nel livello di glucosio. Così facendo, il malato potrebbe vedere il segnale luminoso proiettato direttamente sull’occhio.

Leggi anche: Arriva Aquacell: l’Eco-Batteria che si ricarica in Acqua

Fonte Articolo

Leave a Reply