Trovato il relitto della nave di Cristoforo Colombo

Chi di noi non conosce la Nina, la Pinta e la Santa Maria? Ovvero le tre caravelle che condussero l’equipaggio di Cristoforo Colombo verso la scoperta dell’America?

Sembra che proprio in questi giorni sia stato ritrovato il relitto della Santa Maria, affondata durante il primo viaggio dell’ammiraglio genovese, la notte del 25 dicembre 1492.

La scoperta è stata del subacqueo statunitense Barry Clifford. Se le verifiche degli esperti dovessero confermare l’autenticità della scoperta, si tratterebbe di uno dei più importanti ritrovamenti della storia.

Leggi anche: Ecco come costruire una Bottiglia d’Acqua… commestibile!

A bordo della Santa Maria, Colombo arrivò il 12 ottobre sulla costa dell’isola di San Salvador, nell’arcipelago della Bahamas: la prima terra americana toccata ufficialmente dagli europei nel XV secolo.

Durante l’esplorazione delle isole nel Golfo del Messico, la Santa Maria si arenò per poi affondare. Colombo fu costretto ad abbandonare l’equipaggio, 39 persone, in un forte costruito per l’evenienza sulle coste dell’isola con parte dei resti della nave.

Leggi anche: Una sedia fatta di CO2. Questo è il Business che ci piace!

Clifford e i suoi collaboratori hanno studiato a fonfo i diari di navigazione di Colombo e il materiale cartografico dell’epoca, al fine di ipotizzare dove potesse trovarsi il relitto. Usando magnetometri marini, dispositivi di radar e sonar e esplorazioni di sommozzatori, Clifford ha cercato di stabilire i suoi movimenti dopo il naufragio, riducendo sempre più la zona in cui questo potesse trovarsi oggi, fino a scovarlo.

Barry Clifford, considerato uno dei più importanti esploratori subacquei del mondo, ha dichiarato:

Tutta la geografia, la topografia marina e le prove archeologiche suggeriscono fortemente che il relitto ritrovato corrisponde a quello della famosa caravella di Colombo, la Santa Maria.

Leggi anche: Arriva Aquacell: l’Eco-Batteria che si ricarica in Acqua

Alla Cnn ha spiegato di avere scoperto il relitto della caravella nel punto esatto nel quale l’ammiraglio genovese disse che si incagliò, oltre 500 anni fa. I resti della nave si troverebbero incastrati in una barriera corallina sulla costa settentrionale di Haiti, a circa 3-5 metri sotto il livello del mare.

Fonte Articolo

Leave a Reply